Anagrafiche

Anagrafica clienti/fornitori

Questo programma permette di inserire, modificare e visualizzare i dati relativi ai clienti e ai fornitori della ditta, richiamandolo dal menù 1 – 1 compare una maschera dalla quale si può selezionare il tipo di conto su cui operare (cliente o fornitore) mediante due pulsanti C e F, presenti nella parte in alto a destra della barra degli strumenti. Selezionato il tipo di conto  si può scegliere di aprirlo o di inserirne di nuovi con gli appositi pulsanti Apri e Nuovo.

Come inserire una nuova anagrafica

anagrafica00

1)     Richiamare il programma dall’apposita voce di menu “Anagrafiche Clie./Forn. Ditta”, menu 1 – 1.

anagrafica000

2)     Selezionare il tipo di conto da creare, se cliente (C) o fornitore (F) e cliccare sull’icona “Nuovo”, si aprirà una maschera dove sarà obbligatorio indicare il codice mastro, quest’ultimo può essere selezionato dall’apposito elenco richiamabile cliccando sui 3 [...] al lato del campo

anagrafica000

anagrafica000

 

NB: cliccando sul tasto “Gestione” sarà possibile creare nuovi mastri o modificare le descrizioni di quelli esistenti.

3)     Dopo aver selezionato il mastro desiderato apparirà la schermata principale dove inserire i dati anagrafici  e le condizioni commerciali del conto che si sta inserendo, il quale può essere una persona fisica oppure una persona giuridica, in questo caso deve essere compilata la partiva iva o il codice fiscale estero per i conti esteri, se impostato il “Tipo soggetto Iva”: Intra CEE o Extra CEE

4)     Inoltre solo se si ha il modulo “Contabilità Generale” attivo, indicare il tipo di gestione  da attivare per il cliente/fornitore (campi non obbligatori), se gestito a partite, a scadenze oppure con entrambe le gestioni:

  • Gestione Partite – E’ importante abilitarla se per il cliente/fornitore interessa conoscere lo stato di certi particolari movimenti (partite), nello specifico per sapere quali documenti (ma anche insoluti, acconti, note di accredito, etc.) sono già stati saldati (pagati o incassati) tramite il programma “Stampa Visualizzazione Partitari”, oppure richiamando la griglia tramite il pulsante Partitario
  • Gestione Scadenze – E’ importante abilitarla se per il cliente/fornitore devono essere gestite le scadenze dei pagamenti nell’archivio dello scadenziario tramite il programma “Gestione Scadenziario”

NB: se abilitate queste voci al salvataggio dell’anagrafica non saranno più possibile modificarle

anagrafica000

 Molte informazioni impostate in questo programma verranno utilizzate dai programmi di contabilità e di magazzino, cliccando sui Immagine35  verranno visualizzate le possibili scelte, quindi più si è dettagliati nella compilazione di queste maschere più sarà agevole l’inserimento delle registrazioni contabili e dei documenti di magazzino, di seguito riportiamo alcuni esempi:

Modalità di Corrisp. —> Selezionare la principale modalità di corrispondenza utilizzata per l’invio dei documenti al cliente o al fornitore, questa informazione verrà utilizzata dai programmi di invio documenti Word e/o Pdf.

Modalità di Pagamento —> Indicare la principale forma di pagamento utilizzata dal cliente o richiesta dal fornitore, questa informazione verrà preimpostata in fase di inserimento registrazioni contabili o documenti di magazzino, inoltre le impostazioni di questa sezione verranno considerate dai programmi per il calcolo delle scadenze dei pagamenti

  • Mesi Esclusi -  Indicare i mesi da escludere nelle scadenze dei pagamenti per quel cliente, se indicato ha priorità rispetto a quanto eventualmente indicato sulla tabella dei pagamenti associata al cliente.
  • Giorno Fisso – Se è indicato almeno un dei due mesi esclusi, indicare qui di quanti gioni in avanti va spostato il pagamento nel mese successivo ai mesi esclusi. Se indicato ha priorità rispetto a quanto eventualmente indicato sulla tabella dei pagamenti associata al cliente

anagrafica000

Latitudine/Longitudine —> Se indicate sarà possibile tramite la funzionalità “Localizza Posizione”, richiamabile dal menù Strumenti (cartellina gialla sulla barra dei comandi), localizzare la posizione esatta del C/F su Google Maps, se non indicate verrà considerato l’indirizzo.

Valuta —> Se il cliente/fornitore utilizza una valuta diversa dall’Euro va indicato il codice valuta a cui il prezzo si riferisce, in questo caso se non inserito il cambio nella tabella apposita dovrà essere indicato in fase di registrazione dei documenti di magazzino

Codice Esenzione Iva —> Il campo va compilato solo per i clienti esteri o per quelli italiani che acquistano in esenzione d’imposta in base all’art. 8 comma 2, va inserito il codice Iva corrispondente al titolo di esenzione, questo codice verrà riportato nei documenti di magazzino emessi nei loro confronti (può essere omesso se si utilizza solo il modulo di “Contabilità Generale”)

Natura Transazione —>  Va utilizzato per le registrazioni dei documenti di magazzino ricevuti da fornitori esteri

anagrafica000

Tipo Fatturazione —> In questo campo è possibile scegliere la modalità di fatturazione nel caso di registrazioni di fatture differite:

  • Riepilogativa –  verranno riepilogate tutte le bolle a parità di codice pagamento, codice agente, tipo bolla/fattura e con gli stessi sconti di testata
  • Accompagnatoria – selezionare se al cliente vengono emesse normalmente fatture accompagnatorie
  • Per Bolla –  verrà emessa una fattura per ogni bolla
  • Riepilogativa per Destinazione – verranno riepilogate tutte le bolle a parità di destinazione merce, anche se intestate a conti diversi

Periodo fatturazione —> E’ possibile indicare il periodo di fatturazione tipico del cliente, il quale verrà utilizzato come filtro dal programma “ Fatturazione Differita”

Blocco Conto —> Tramite questo campo è possibile impedire l’evasione di ordini e documenti di magazzino per la consegna di altra merce per i clienti che superano il fido, indicato nella tabella “Personalizzazione Contabilità Generale”, per il ricevimento di un insoluto, oppure impostare un  blocco Fisso per il cliente indipendentemente dal fatto che si trovi in una situazione di fuori fido o insoluto.

NB: per poter sbloccare un cliente bloccato è necessario digitare la password “NTS”

Aggiunta Contropartita Articolo —> E’ possibile utilizzare questo campo qualora si voglia utilizzare una codifica delle contropartite ricavi che tenga conto sia del tipo di cliente (cliente Italia, cliente estero. etc…) che del tipo di prodotto (hardware, software, accessori etc…), in pratica il numero indicato in questo campo verrà sommato al codice numerico della contropartita indicata in “Anagrafica Articoli” e riportato automaticamente sul documento di magazzino

Addebita Spese Incasso —> Selezionando questa voce verranno addebitate automaticamente le spese di incasso indicate sulla “Forma di Pagamento” al documento di magazzino che si sta emettendo.

Addebita Bolli —> Selezionando questa voce verranno addebitati automaticamente i bolli indicati nella “Tabella Bolli” al documento di magazzino che si sta emettendo

5)     A questo punto dopo aver effettuato il salvataggio dell’anagrafica è possibile accedere ai Tab Listini, Sconti e Provvigioni per poter indicare le condizioni di vendita specifiche per il cliente, se presenti, queste possono anche essere in promozione. Inoltre possono essere impostate ulteriori tipologie di sconti e provvigioni tramite il campo “Tipo sconto” e “Tipo Provvigioni”

anagrafica000

NB: i listini, gli sconti e le provvigioni specifici per cliente prevarranno sempre su quelli generici se presenti

 

Strumenti

anagrafica000

Destinazioni Diverse —> Tramite questo pulsante è possibile richiamare la maschera di inserimento di ulteriori destinazioni che possono essere utilizzate come destinazioni merce e/o destinazione pagamento

Partitario —> Tramite questo pulsante è possibile richiamare la griglia per la visualizzazione dei movimenti contabili

Condizioni per Tipo B/F —> Consente di accedere ad una finestra nella quale è possibile inserire codici di pagamento diversi, da applicarsi al cliente, per ogni tipo bolla/fattura

Immagine12 640x111

Visualizza Movimenti —> Dopo aver impostato i filtri di ricerca e la tipologia di stampa, consente di accedere alla griglia per la visualizzazione dei movimenti di magazzino (programma “Stampa Schede Articoli”)

anagrafica000

tramite l'apposito pulsante sulla barra degli strumenti Immagine13

 

anagrafica000

Visualizza righe Ordini/Impegni —> Consente di accedere alla griglia per la visualizzazione analitica delle righe di ordini impegni in essere (aperti non ancora evasi) del cliente/fornitore

anagrafica000

Calcola Codice Fiscale —> Compilati i campi relativi ai dati anagrafici permette di calcolare il codice fiscale

Ritorna Codice Fiscale —> Inserito il codice fiscale permette di estrapolare i dati anagrafici

Localizza Posizione —> Se compilati i campi “Latitudine e Longitudine” permette tramite Google Maps la localizzazione la posizione precisa del C/F, se non indicati verrà utilizzato l’indirizzo inserito

Gestione Sconti per Classe Conto/Classe Articoli —> Se associata una classe di sconto al C/F (inserita nel campo "Cl. Sconto" presente nel tab n°3) consente di accedere alla maschera per la gestione delle classi di sconto

anagrafica000

Simulazione Vendita —> Consente di accedere alla maschera per visualizzare una simulazione di una vendita secondo le condizioni impostate per il C/F

anagrafica000

Anagrafica Ditta

Con questo programma, si provvede ad inserire i dati anagrafici della ditta

Ragione Sociale
Inserire la prima parte della ragione sociale. Si consiglia di sfruttare per quanto possibile questa prima parte, e utilizzare la seconda parte solo in caso di effettivo necessità.

Ragione Sociale (2.a parte)
Inserire eventualmente la parte della ragione sociale che non è stato possibile scrivere sul campo precedente.

Logo azienda per report

Indicare il file immagine con il logo della ditta che sarà riportato sulle stampe dei documenti di magazzino e degli ordini

Tipo soggetto
Indicare se trattasi di “persona fisica” o “persona giuridica”.

Residente
Spuntare se trattasi di un soggetto residente (con residenza italiana).

Generale

Indirizzo
Inserire l’indirizzo della sede principale anagrafica del soggetto costituente la ditta.

Codice comune
Inserire il codice identificativo del comune italiano di appartenenza della ditta.

NB: Se stato estero non indicare nulla.

Città/Località
Inserire il nome della città o località in cui è sita la sede della ditta.

C.A.P.
Inserire il Codice di Avviamento Postale relativo alla città/località in cui è sita la sede della ditta.

Provincia
Inserire la sigla della provincia italiana in cui è sita la sede della ditta.

NB: Se stato estero indicare “EE”.

Codice stato estero
Inserire il codice identificativo dello stato estero in cui è sita la sede della ditta.
Indicare la sigla automobilistica internazionale ad esso associata.

Stato federato/Contea
Indicare l’eventuale stato federato oppure la contea all’interno del quale si trova la sede della ditta (es. “California” per gli Stati Uniti oppure “Canton Ticino” per la Svizzera).

Codice Fiscale
Inserire il codice fiscale del soggetto costituente la ditta. Per i soggetti comunitari, indicare l’identificativo fiscale del soggetto (es.: DE7654098)

Omocodice
Spuntare se trattasi di codice fiscale non univoco. In tale caso non saranno effettuati controlli sulla corretta composizione del codice fiscale stesso.

Partita I.V.A.
Inserire il numero di Partita I.V.A. attribuito in Italia del soggetto costituente la ditta.
Se trattasi di un numero identificativo I.V.A. di uno stato estero, non indicare nulla.

Telefono
Inserire il numero di telefono (eventualmente preceduto dal prefisso) del soggetto costituente la ditta.

Cellulare
Inserire il numero del telefono cellulare del soggetto costituente la ditta.

Fax
Inserire il numero del fax del soggetto costituente la ditta.

E-Mail
Inserire l’eventuale indirizzo di posta elettronica del soggetto costituente la ditta (es. “nts@ntsinformatica.it”)

Modalità di corrispondenza
Inserire, se si vuole utilizzare Friendly in integrazione con sistemi di messaging elettronici, la modalità di corrispondenza preferita da parte del soggetto costituente la ditta per la trasmissione di messaggi.

Altri Indirizzi (PULSANTE)
Permette di richiamare la finestra relativi agli indirizzi associati ad una ditta, e di andare in particolare a scrivere/reperire le informazioni relative ad eventuali indirizzi aggiuntivi (non quelli “speciali” associati ai pulsanti -per intenderci-) associati alla ditta stessa. Qui per indirizzi aggiuntivi intendiamo per es. altri luoghi di svolgimento della/delle attività della ditta.

Cartella Persona fisica / giuridica

Cognome
Inserire il cognome del soggetto costituente la ditta (solo se persona fisica).

Nome
Inserire il nome del soggetto costituente la ditta (solo se persona fisica).

Sesso
Indicare il sesso del soggetto costituente la ditta (solo se persona fisica, se persona giuridica sarà automaticamente inserito dal programma nel campo il valore “persona giuridica”).
Dati di nascita (se persona fisica) / Dati di costituzione (se persona giuridica)

Data
Indicare la data di nascita (se trattasi di persona fisica) o di costituzione (se trattasi di persona giuridica).

Codice comune
Inserire il codice identificativo del comune italiano di nascita del soggetto (se trattasi di persona fisica) o di costituzione del soggetto (se trattasi di persona giuridica).

NB: Se stato estero non indicare nulla.

Codice stato estero
Inserire il codice identificativo dello stato estero in cui è nato il soggetto (se trattasi di persona fisica) o in cui si è costituito il soggetto (se trattasi di persona giuridica).

Indicare la sigla automobilistica internazionale ad esso associata.

Descr. comune / stato estero
Inserire il nome della città o località in cui è nato il soggetto (se trattasi di persona fisica) o in cui si è costituito il soggetto (se trattasi di persona giuridica).Essa potrà essere una città/località italiana o estera a seconda se il soggetto è nato/si è costituito in Italia o all’estero.

Provincia
Inserire la sigla della provincia italiana in cui è nato il soggetto (se trattasi di persona fisica) o in cui si è costituito il soggetto (se trattasi di persona giuridica).

NB: Se stato estero indicare “EE”.

Professionista
Spuntare se trattasi di soggetto esercente arti o professioni (professionista) (e non di impresa)

Condominio
Spuntare se trattasi di condominmio (necessaria distinzione ai fini di alcune elaborazioni fiscali : dich. annuale iva)

Cartella Altri Dati

Tipo assogg. A ritenuta di acconto
Se trattasi di soggetto ai cui compensi si applica normalmente ritenuta di acconto, indicre il codice che identifica il tipo di ritenuta da applicare (vedi tabella ‘tipi assoggettamento ritenuta di acconto’). Utilizzato dalla gestione ritenute (futura implementazione).

Indirizzo Web server (Web-Site)
Indicare, se interessa, l’indirizzo internet del sito istituzionale del soggetto.

User-Id Web site
Indicare, se interesse, il nome utente registrato per accedere al sito Internet del soggetto.

Password Web Site
Indicare, se interessa, la password utilizzata per accedere al sito Internet del soggetto.

LatitudineLongitudine
Indicare i parametri per la localizzazione con Google, se non presenti verrà considerato l’indirizzo

Data ultimo agg. progressivi magazzino
Data ultimo movimento di magazzino di cui è già stata effettuata l’operazione “Aggiornamento Progressivi di Magazzino”. In fase di impostazione iniziale digitare 01011900 .

Attenzione: questo campo viene aggiornato automaticamente eseguendo il programma “Aggiornamento Progressivi di Magazzino”.

Data ultima cancellazione movimenti magazzino
Data ultimo movimento di magazzino di cui è già stata effettuata l’operazione “Cancellazione Documenti di Magazzino”. In fase di impostazione iniziale digitare 01011900 .

Attenzione: questo campo viene aggiornato automaticamente eseguendo il programma “Cancellazione Documenti di Magazzino”.

Abi Banca

Indicare il codice Abi della banca predefinito della ditta

Cab Filiale

Indicare il codice Cab della filiale della ditta

N° C/Corr

Indicare il conto corrente della ditta

Codice SIA

Indicare il codice SIA della ditta

Codice Banca

Indicare il codice banca dalla tabella banche ditta

Cartella Dati Contabili/IVA

Esercizio Contabile corrente
Inserire il codice esercizio cui si riferiscono le operazioni contabili che dovranno essere successivamente inserite in Prima nota, come registrazioni dell’esercizio ‘corrente’. Per indicare un valore valido occorre preventivamente caricare la tabella degli esercizi contabili con la funzione ‘Dati aggiuntivi contabilità ed esercizi’ | ‘Dati relativi agli esercizi contabili’ , del programma ‘Anagrafica ditta’ (funzioni accessibili da menù o dall’apposito pulsante della barra degli strumenti)

Esercizio Contabile precedente
Inserire il codice esercizio cui si riferiscono le operazioni contabili che dovranno essere successivamente inserite in Prima nota, come registrazioni dell’esercizio ‘precedente’. È necessario solo per ditte in status ‘Doppio esercizio’ o ‘Effettuata chiusura’.

Gestione partite
Indicare se si vogliono gestire le partite sui clienti e/o fornitori su quella ditta. Vedi nella guida il capitolo sulla gestione delle partite.

Questa impostazione influenza il modo in cui la casella ‘Gest. Partite’ dell’anagrafica clienti e fornitori viene inizializzata al momento della creazione di nuovi clienti / fornitori, e quando si crea una nuova anagr. Cliente/fornitore attingendo dall’anagrafica generale.

Gestione scadenziario
Indicare se si vogliono gestire le scadenze sui clienti e/o fornitori su quella ditta. Vedi nella guida il capitolo sulla gestione dello scadenzario.

Questa impostazione influenza il modo in cui la casella ‘Gest. scadenzario’ dell’anagrafica clienti e fornitori viene inizializzata al momento della creazione di nuovi clienti / fornitori, e quando si crea una nuova anagr. Cliente/fornitore attingendo dall’anagrafica generale.

Ufficio I.V.A. Competente
Inserire il nome della Città cui fa capo l’Ufficio I.V.A. competente per le dichiarazioni I.V.A. presentate dall’azienda.

Data ultima liquidazione I.V.A. mensile
Inserire la data a cui si riferisce l’ultima liquidazione I.V.A. eseguita in definitiva, per le attività mesili della ditta: riportare cioè la fine dell’ultimo periodo I.V.A. chiuso con una liquidazione definitiva.

Attenzione: questo campo viene aggiornato automaticamente eseguendo il programma “Stampa liquidazione I.V.A.” in definitiva.

Data ultima liquidazione I.V.A. trimestrale
Inserire la data a cui si riferisce l’ultima liquidazione I.V.A. eseguita in definitiva, per le attività trimestrali della ditta: riportare cioè la fine dell’ultimo periodo I.V.A. chiuso con una liquidazione definitiva.

Attenzione: questo campo viene aggiornato automaticamente eseguendo il programma “Stampa liquidazione I.V.A.” in definitiva.

Status esercizio
Indicare lo status esercizio ai fini della contabilità. Inizialmente, per nuove ditte, indicare ‘Corrente’.

Cartella Libro Giornale:

Data registrazione ultima stampa libro giornale
Inserire la data dell’ultima registrazione che è stata stampata in definitiva sul libro giornale. In fase di impostazione iniziale digitare 01/01/1900 .

Attenzione: questo campo viene aggiornato automaticamente eseguendo il programma “Stampa Libro Giornale ” in definitiva.

Numero registrazione ultima stampa libro giornale
Inserire il numero della ultima registrazione che è stata stampata in definitiva sul libro giornale.

Attenzione: questo campo viene aggiornato automaticamente eseguendo il programma “Stampa Libro Giornale ” in definitiva.

Progressivo riga ultima stampa libro giornale
Inserire il numero della ultima riga che è stata stampata in definitiva sul libro giornale. In fase di impostazione iniziale digitare 0.

Attenzione: questo campo viene aggiornato automaticamente eseguendo il programma “Stampa Libro Giornale ” in definitiva.

Progressivo Dare del Libro Giornale
Inserire il Totale Dare risultante dall’ultima stampa definitiva del libro giornale. In fase di impostazione iniziale digitare 0.

Attenzione: questo campo viene aggiornato automaticamente eseguendo il programma “Stampa Libro Giornale ” in definitiva.

Progressivo Avere del Libro Giornale
Inserire il Totale Avere risultante dall’ultima stampa definitiva del libro giornale. In fase di impostazione iniziale digitare 0.

Attenzione:questo campo viene aggiornato automaticamente eseguendo il programma “Stampa Libro Giornale ” in definitiva.

Ultima pagina Libro Giornale
Indica il numero dell’ultima pagina utilizzata nell’ultima stampa definitiva del Libro giornale.

Dati libro giornale esercizio precedente
Solo se il campo ‘Tipo chiusure’ dei dati aggiuntivi contabili è impostato su valore diverso da ‘Chiusure in post-fine esercizio e libro giornale continuo’, questi campi sono i corrispondenti dei campi precedenti ma riferiti al libro giornale dell’esercizio precedente.

Data registrazione ultima stampa partitari
Indica la data registrazione dell’ultima registrazione finita nell’ultima stampa definitiva dei partitari.

Menù Strumenti

Dati aggiuntivi contabilità
Consente di definire informazioni aggiuntive relative alla gestione contabile della ditta

Calcola codice fiscale
Inpostata cognome e nome (persona fisica), data di nascita, sesso, cod. comune di nascita (o cod. stato estero di nascita) ritorna il campo codice fiscale.

Ritorna codice fiscale
Dato il codice fiscale esatto, il cognome e nome, estrapola il cod. comune e stato di nascita, nonché data di nascita e sesso.

Dati aggiuntivi esercizi contabili

Codice esercizio contabile
Indicare il cod. (identificativo compreso tra 1 e 9999 ) che identificherà l’esercizio.

Descrizione
Descrivere l’esercizio . Per es. ‘Eserc. Dal 1/1/2003 al 31/12/2003′ .

Data inizio esercizio
Indicare la data di inizio dell’esercizio (es. : 01/01/2003 )

Data fine esercizio
Indicare la data di fine dell’esercizio (es.: 31/12/2003)

Primo esercizio
Spuntare se trattasi del primo esercizio, in assoluto, di quella ditta.

Gestione di bilancio diverso da 12 mesi
Spuntare se trattasi di esercizio di durata diversa da 12 mesi.
Solo per la gestione delle dichiarazioni.

Tipo contabilità
Indicare se trattasi, in quell’esercizio, di contabilità ordinaria (con libro giornale), semplificata, oppure (solo per professionisti) di contabilità ordinaria con registro cronologico.

Tipo gest. Incassi/pagamenti
Solo per le semplificate professionisti, indicare quale tipo gestione si sceglie tra:

  • incassi e pagamenti distinti
  • incassi e pagamenti unico registro
  • solo registri iva integrati (cioè integrati con elenco fatture sospese a fine anno, ed elenco incassi/pagamenti delle fatture anni precedenti mese per mese, sempre nei registri iva)

DATI IVA PER ANNO

Dopo aver selezionato l’anno di lavoro (cioè quello a cui i dati successivi si riferiscono/riferiranno) , appaiono i seguenti campi da impostare.

NB: nel caso ‘Non ai fini iva’ in fase di dichiarazione annuale iva avremo un unico intercalare anziché un intercalare per ogni attività.

Sezione per la stampa liquidazione Iva
Indicre se la stampa liquidazione iva va riportata su uno dei registri (vendite, acquisti o corrispettivi) oppure nel registro iva riepilogativo (valore ‘riepilogativa’)

Verifica preesistenza documenti iva
Utilizzato dal programma Gestione Prima nota.
Controlla , all’atto dell’inserimento di un nuovo documento iva, se è già stato inserito in precedenza controllando

  • cod. conto/nunero documento
  • cod. conto/numero protocollo
  • cod. conto, numero documento e numero protocollo

Calcolo acconto di dicembre
Indicare: 

  • Non soggetto – se non è obbligato al versamento dell’acconto di dicembre
  • Da movimenti - se deve essere fatto il calcolo sulla base delle registrazioni effettuate fino al 20/12 
  • Da dichiarazioni - se deve essere applicata una percentuale sull’iva dovuta nell’ultimo periodo risultante nella dichirazione annuale dell’anno precedente.

Numero ultima pagina registro Iva riepilogativo
Se utilizzato un registro iva riepilogativo (ditte con più attività), indica il numero dell’ultima pagina utilizzata nell’anno con l’ultima stampa definitiva di detto registro (effettuata con liquidazione iva definitiva).

Data ultima operazione
Indica la data dell’ultima operazione effettuata ai fini iva, con modelli AA7/AA9.

Solo per la gestione del modulo ‘Variazioni AA7/AA9′.

Dati Attività IVA della ditta, per anno

Questa tabella serve a codificare l’attività IVA della ditta. Questa scelta deve essere coerente con l’opzione in Dati aggiuntivi Iva per anno ‘Gestione attività Iva’.

Codice
Indicare il codice dell’attività indicata. Il codice n° 1 (la prima attività) deve essere sempre presente.

Descrizione
Indicare la descrizione dell’attività.

Ventil. Corrisp.
Indicare se l’attività in questione gestisce la ventilazione dei corrispettivi

Regime Agricolo
Indicare se l’attività in esame è in regime agricolo

Percentuale indeducibilità operazioni esenti
Indicare la percentuale di indeducibilità per le operazioni esenti (pro-rata) per l’anno in corso.

Periodicità
Indicare la periodicità con cui viene eseguita la liquidazione IVA per quella attività. (è possibile avere attività mensili e trimestrali nella stessa ditta).

Cod. Istat
Indicare il codice Istat a cui quella attività iva corrisponde.

Data inizio attività
Se l’attività inizia in corso d’anno, indicare la data inizio dell’attività

Data fine attività
Se l’attività finisce in corso d’anno, indicare la data fine dell’attività

Soggetto a pro-rata
Indicare No se non ci sono indenducibilità per operazioni esenti da gestire su quella attività; Indicare ‘Si, solo in liquidazione’ per gestire lo storno iva indeducbile come per le release 8.0 e precedenti (cioè con registrazione fatta periodicamente dall’utente in modo manule da Gestione P.Nota); indicare ‘Si in liquidazione e p.nota’ se si vuole invece che Friendly generi automaticamnete lo storno dell’iva indeducbile (all’aliquota provvisoria) per ogni singola registrazione fatta da Gestione p.nota

NB: non è consentito cambiare questa combinazione tra le ultime due scelte se si è già operato in P.Nota con l’altra scelta !!! .

Dati generali Registri IVA della ditta, per anno

Questo programma permette di inserire i vari registri (o sezionali Iva, sinonimo) che debbono essere utilizzati per l’ attività, su quella ditta, in quell’anno. Serve inoltre per modificare annullare i dati relativi alle ultime stampe definitive dei registri IVA. Serve, in questo senso, tipicamente a riportare indietro tali dati qualora si voglia effettuare una rielaborazione dei registri IVA (vedi manuale parte relativa alle stampe fiscali e la parte dedicata ai registri IVA).

Occorre sempre predisporre questa tabella in anticipo sulla stampa dei registri, per poter indicare ciascun registro Iva a quale Attività si riferisce.

Tipo registro
Indicare il tipo del registro IVA di cui si vuole inserire/modificare/annullare i dati.

Numero Registro
Indicare il numero (1-9) del registro IVA del tipo appena indicato di cui si vuole inserire/modificare/annullare i dati. A questo punto vengono elencati i ‘Dati ultima stampa definitiva’ del registro selezionato.

Descrizione
Indicare descrittivamente il registro iva

Per es.: ‘Reg. vendite n. 1′ oppure ‘fatture di vendita ingrosso’

Data ultima registrazione.
È la data relativa all’ultima registrazione che è stata elaborata nell’ultima stampa def. di quel registro Iva.

Numero Registrazione
È il numero relativo all’ultima registrazione che è stata elaborata nell’ultima stampa definitiva di quel registro IVA.

Numero ultima pagina
È il numero dell’ultima pagina utilizzata per quel registro iva.

Codice attività Iva
Indicare a quale attività iva si riferisce quel registro Iva. Nell’ipotesi di attività unica lasciare/indicare

Destinazione associata
Indicare (facoltativo) il codice dell’indirizzo (o codice della sede/unità locale) della ditta a cui quel registro iva si riferisce (nel caso per es. di più luoghi di svolgimento dell’attività…)

Relazione doc/protocollo
Indicare:

  • svincolati se il numero protocollo e il n. documento seguono due distinti numeratori, o hanno due logiche diverse (è il caso normalemente dei registri acquisti)
  • coincidenti , se numero protocollo è sempre uguale al numero di documento (è il caso, per lo più, dei registri vendite, dove il concetto di protocollo e di nuemro documento, nella maggior parte dei casi, coincidono.)

Controlla serie protocollo
Indicare: 

  • no verifica: l’utente può inserire qualsiasi serie nel campo ‘serie protocollo’Una numerazione :
  • l’utente può inserire nel campo ‘serie protocollo’ solo il valore corrispondente l successivo campo ‘serie fatture’.
  • Due numerazioni : l’utente può inserire nel campo ‘serie protocollo’ solo il valore corrispondente l successivo campo ‘serie fatture’ o il valore del campo ‘serie note accredito’.
  • Una numerazione : l’utente può inserire nel campo ‘serie protocollo’ solo il valore corrispondente l successivo campo ‘serie fatture’ o il valore del campo ‘serie note accredito’ o il valore del campo ‘serie note addebito’.

Controlla serie documento
Spuntare se si vuole che l’utente possa inserire nel campo ‘serie documento’ (per le registrazioni effettuate su quel tipo/numero registro) solamente valori dichiarati come serie nella tabella delle numerazioni fatture emesse (Numerazioni ditta); da utilizzarsi solo, ed eventualmente, per registri vendite.

Serie fatture
Indicare la serie attribuita come serie protocollo alle fatture, su quel registro iva.

Serie note di accredito
Indicare la serie attribuita come serie protocollo alle note di accredito, su quel registro iva.

Serie note di addebito
Indicare la serie attribuita come serie protocollo alle note di addebito, su quel registro iva.

Dati aggiuntivi contabilità

Data inizio / fine prestazioni
Indicare la data con cui si inizia/finisce a tenere una gestione contabile (di qualsiasi tipo) su quella ditta. In uno studio commerciale, la data con la quale inizio a gestire la contabilità per quella ditta-cliente.

Combinazione per stampa descrizione aggiuntiva
Indicare in questo elenco se e dove deve essere riportato il contenuto del campo ‘Descrizione supplementare’ inputato in registrazione di prima nota (vedi gestione Prima Nota), tra: 

  • Libro giornale
  • Registri iva
  • Partitari

NB: La scelta consigliata è : Si librogiornale, No registri Iva, Si partitari

Nome file excel per riclassificazione CEE
Indica il nome del file-modello in formato Excel utilizzato/da utilizzare per quella ditta quando si richiede una riclassificazione su Excel del bilancio secondo Bilancio Cee (per maggiori informazioni, vedi anche ‘Stampa bil. Riclassificato su Excel’ della guida analitica).

Nome file excel per riclassificato
Indica il nome del file-modello in formato Excel utilizzato/da utilizzare per quella ditta quando si richiede una riclassificazione su Excel del bilancio riclassificato (per maggiori informazioni, vedi anche ‘Stampa bil. Riclassificato su Excel’ della guida analitica).

Tipo chiusure
Indicare che tipo di operatività si sceglie nella gestione delle chiusure/riaperture di fine/inizio esercizio.

Vedi il paragrafo apposito nella guida ‘Argomenti e Moduli’.

Gestisci Ratei e risconti
Spuntare per indicare che su questa ditta si vogliono gestire il calcolo automatico dei ratei e risconti per ottenere bilanci di competenza. Spuntando questa casella, anche se si utilizza uno dei piano dei conti standard, il programma ‘Gestione p.nota’ richiederà obbligatoriamente per molti conti (costi e ricavi, tipicamente) le date di competnza o di inzio e fine periodo di competenza economica.

Emissione effetti con chiusura cliente
Spuntare sempre, salvo il caso di contabilitù con IVA per cassa 

Anagrafica articoli

Questo programma permette di inserire, modificare e visualizzare le anagrafice dei vari articoli di magazzino con le relative condizioni commerciali (cioè i vari prodotti commercializzati dall'azienda).

Come inserire un nuovo articolo

1)     Richiamare il programma dall’apposita voce di menu “Anagrafica Articoli” (menu 1 – 2) ed indicare il codice dell'articolo

Immagine1 640x122

NB: gli altri campi di ricerca si abilitano solo se si apre una scheda già esistente (icona "Apri" sulla barra degli strumenti)

Immagine1 640x122

2)     Inserire una descrizione ed indicare l'unità di misura con la quale verrà gestito l'articolo, sarà possibile inserirne di nuove oppure selezionare quelle preimpostate nella tabella "Unità di Misura" richiamandola dallo zoom  (1 – K – M):

  • Principale -  è abbligatorio indicarla e sarà la prima unità di misura proposta sui documenti al momento della selezione dell'articolo
  • Confezione - non è obbligatorio indicarla e può essere utilizzata se si ha la necessità di gestire prezzi riferiti ad una unità di misura diversa dalla principale (esempio fornito a cartoni ma venduto a pezzi), indicando il fattore di conversione nel campo Quantità (numero di pezzi contenuti in ogni confezione), il numero di colli indicato sul documento verrà moltiplicato per questo valore restituendo le quantità effettive e può essere selezionata nell'apposita colonna (U.M.) sulla griglia dei documenti. Al contrario della principale per le unità di misura secondarie i prezzi saranno riferiti al numero di colli e non alle quantità .
  • Secondarie - non è obbligatorio indicarla e può essere utilizzata se si ha la necessità di gestire prezzi riferiti ad una unità di misura diversa dalla principale (esempio fornito a pezzi ma venduto a peso), indicando il fattore di conversione nel campo Quantità, il numero di colli indicato sul documento verrà diviso per questo valore restituendo le quantità effettive e può essere selezionata nell'apposita colonna (U.M.) sulla griglia dei documenti. Al contrario della principale per le unità di misura secondarie i prezzi saranno riferiti al numero di colli e non alle quantità

NB: i prezzi per unità di misura possono essere impostati nel tab "Listini" indicando l'unità di misura sulla riga corrispondendte al listino.

3) Compilare i campi relativi alle informazioni da proporre per l'articolo e alle condizioni commerciali, queste verranno riportate sul documento di magazzino al momento della sua selezione, quindi più si è dettagliata nella compilazione di queste maschere più sarà agevole la registrazione dei documenti di magazzino, di seguito alcuni esempi:

Moltiplicatore Qtà/Prezzo —> Questo dato può essere inserito solo sui nuovi articoli e non è più modificabile dopo aver salvato l'anagrafica, il valore inserito indica a quanti pezzi si riferisce il prezzo dell'articolo. Da utilizzarsi per gli articoli che hanno un valore unitario talmente piccolo da non essere rappresentabile in modo adeguato con i due decimali dell'Euro, per esempio per un articolo il cui prezzo unitario di vendita dovrebbe essere pari a 0,0015 euro, è possibile indicare un moltiplicatore quantità/prezzo di 1000 e inserire nei listini un prezzo pari a 1,50 € in questo modo ci ritroveremo nei documenti emessi righe di questo tipo:

Quantità     Prezzo Unitario     Moltipl. Pr/qta     Importo
    3000                 1,5                1000         4,5

(importo = Qta * Prz / Moltipl.)

Reparto (ECR) —> Se configurato il registratore di cassa (vedi argomento "Gestione Documenti di Magazzino") indica il reparto su cui deve essere imputata la vendita dell'articolo

Tipo Kit —> Questo campo va impostato se l'articolo è il risultato di un insieme di articoli (per esempio una confezione natalizia), selezionando la voce Prezzi Sintetici sul documento di magazzino verrà riportato il prezzo indicato per l'articolo principale, invece selezionando Prezzi Analitici verrà riportato in fase di vendita il prezzo di ogni singolo componente del kit.

Immagine1 640x122

Per poter inserire gli articoli che compongono il kit è necessario selezionare la modalità di proposta dei prezzi e richiamare la griglia per l'inserimento dall'apposito comando sulla barra degli strumenti, in questo modo quando verrà richiamato l'articolo "kit" sui documenti di magazzino il programma provvederà automaticamente ad esplodere tutti i componenti ke lo compongono

Immagine1 640x122

NB: i componenti del kit devono essere articoli normali precedentemente caricati in anagrafica articoli

Barcode —> Tramite l'apposito comando sulla barra degli strumenti, è possibile richiamare la griglia per poter associare all'articolo uno o più codici a barre,

Immagine1 640x122

questi potranno essere inseriti manualmente, generati automaticamente tramite le apposite voci del menu strumenti, oppure generati massivamente per una selezione di articoli tramite il programma "Generazione Massiva Barcode" (4-B-E).

Immagine1 640x122

In fase di registrazione documenti di acquisto/vendita, se posizionati sul campo "Codice articolo" alla lettura dei codici a barre (CCD, penna ottica o scanner). verrà decodificato l'articolo a cui il codice a barre è stato associato e inserito automaticamente nel corpo del documento (Vedi argomento "La Gestione dei Codici a Barre").

NB: Utilizzando il programma Stampa Etichette (1-L-D) è possibile stampare le etichette con i codici a barre da posizionare fisicamente sugli articoli

Relazione Listini —> In questo campo è possibile indicare il codice che rappresenta la relazione esistente tra i vari listini, la quale può essere impostata nella tabella "Relazione listini" indicando listino per listino la percentuale di incremento e l'arrotondamento (per eccesso). Queste impostazioni verranno considerate in fase di creazione/aggiornamento listini dal programma di variazione prezzi (1 – L – A) spuntando l'apposito campo, in pratica modificando un listino verranno aggiornati automaticamente anche gli altri (dal listino 2 al listino 8) in base alle impostazioni della tabella.

Ricarico/Margine —> In questi campi in base alla voce selezionata è possibile indicare la percentuale di ricarico (calcolata sul prezzo di vendita) o la percentuale di margine (calcolata sulla differenza tra prezzo di acquisto e il prezzo di vendita) che dovranno essere applicate in fase di variazione prezzi (1 – L – A)

Fornitore 1 e 2 —> In questi campi è possibile associare all'articolo i fornitori abituali

Scorta Minima/Massima —> In questi campi è possibile indicare il quantitativo (espresso in unità di misura principale) al di sotto del quale risulta necessario provvedere al riordino dell'articolo al fornitore, ed il quantitativo (espresso in unità di misura principale) da reintegrare quando si effettua un ordine di quel prodotto al fornitore

Immagine1 640x122

Per poter compilare i campi dal Codice IVA alla Classe Provvigioni è necessario preimpostare le relative tabelle, alle quali si può accedere direttamente dalle voci di menù oppure richiamando lo zoom (F5) direttamente da questa maschera per poi entrare nella tabella tramite il tasto "Gestione".

Immagnine Catalogo/Scheda —> In questi campi è possibile associare all'articolo delle immagini precedentemente salvate, la quale sarà raggiungibile anche direttamente dall'anagrafica articoli tramite i comandi di zoom  queste saranno visualizzate negli zoom articoli oppure richiamando l'immagine di catalogo o di scheda dagli appositi comandi.

Tipo —> E' un campo descrittivo e può essere utilizzato per diversificare gli articoli appartenenti a tipologie differenti

Opzioni varie:

  • Non proporre note articolo su righe documenti – spuntare se non si desidera riportare il testo inserito nel tab "Note"  sulle righe dei documenti di magazzino quando si richiama l'articolo
  • Stampa articolo nel listino - spuntare se l'articolo deve essere riportato sulla stampa dei listini (1 – L – B)
  • Stampa articolo nell'inventario - spuntare se l'articolo deve essere riportato sulla stampa dell'inventario di magazzino (4 – 2 – 1), questo campo viene utilizzato per distinguere da una parte gli articoli che vengono gestiti a magazzino e dall'altra gli eventuali articoli fittizi (o che comunque per i quali non vendono gestiti il carico e lo scarico)
  • Stampa scheda articolo - spuntare se l'articolo deve essere riportato sulla stampa delle schede articoli (4 – 1 – 4), cioè la stampa di tutti i movimenti di magazzino dell'articolo

Listini —> In questo tab è possibile definire i prezzi applicati ai clienti o da fornitori sia con listini generici (es. listino 1, listino 2, in base al tipo cliente, per es. listino 1 = grossista, listino 2=dettagliante), che con listini specifici per cliente/fornitore, questi ultimi sono gli stessi listini visibili dall'anagrafica di ciascun cliente o fornitore nella finestra "Anagrafica Clienti/Fornitori", e questi avranno priorità sui listini generici se indicati. 

Immagine1 640x122

NB: le griglie relative ai listini, sconti e provvigioni possono essere impostate solo dopo aver salvato l'articolo

Zoom articoli

Lo zoom articoli appare in modo diverso e ha funzionalità diverse a seconda di come e dove viene richiamato:

  1. se si richiama lo zoom da un qualsiasi campo dove occorre specificare un codice articolo, lo zoom articoli viene avviato nella forma più classica, ovvero permettendo di selezionare un solo record, la maschera offre un ampio set di filtri all’utente, tra cui anche una parte personalizzabili a seconda delle esigenze
  2. se richiamato invece dal comando di “Seleziona articoli” presente in maschere come la stampa inventario o la gestione del’inventario fisico, sarà possibile selezionare tutti o un gruppo di articoli a seconda dei filtri impostati, dei quali si potranno visualizzare le relative schede anagrafiche spostandosi con i tasti “frecce” da una scheda all’altra, inoltre alla conferma della schermata i filtri impostati vengono salvati in un recent per operatore, per cui la volta successiva sarà possibile ricaricare i filtri utilizzando il comando “Ultime impostazioni”.

    NB: non vengono salvati i filtri impostati nelle “Estensioni Anagrafiche”.

  3. 3) richiamato dal corpo dei documenti, lo zoom permette di selezionare (flag “seleziona”) più record che verranno riportati in blocco sulla griglia del corpo.

NB: dalla versione Friendly 2011 per alcune tipologie di zoom è stata introdotta una nuova scheda “Immagine”, nella quale è possibile visualizzare l’immagine di catalogo legata all’articolo selezionato, se presente in Anagrafica Articoli.

Zoom clienti / fornitori / sottoconti

Attraverso questo zoom di ricerca è possibile ricercare i conti clienti, fornitori e sottoconti creati sulla ditta di lavoro. Lo zoom in questione non sempre presenta la griglia in quanto a volte viene richiamato per effettuare un range di selezione, quindi per selezionare un insieme di conti.

Sullo zoom ci sono tutti un serie di filtri impostabili a seconda di quanto si vuole affinare la ricerca.

Sulla destra troviamo oltre ai soliti pulsanti di gestione, ricerca, selezione e annulla, anche quello di escludi conti che permette di inserire un elenco di conti da escludere indipendentemente dai filtri impostati.



NTS Informatica SRL  
Strada Statale Rimini San Marino142 
47924 Rimini (RN) | Italy | T. +39 0541 906611
P.IVA 02019510409 | REA RN-234990 | Cap. Soc. € 61.973,00 I.V.

Per offrirti la migliore esperienza di navigazione, NTS Informatica utilizza i cookies. Continuando sul sito, autorizzi l’utilizzo dei cookie.